Dietro front del Governo sul divieto di spostamenti a Natale e Capodanno: in arrivo una modifica nel DL

giuseppe conte roberto speranza 1' di lettura 11/12/2020 - Il Governo non riesce a tenere una linea decisa sulla gestione delle norme di contenimento del Covid. E così, dopo il varo del tanto discusso DPCM di Natale, che impone il divieto di spostamenti tra Comuni il 25 e 26 dicembre e il 1 gennaio, è in arrivo un un passo indietro.

La previsione così stringente, che penalizza soprattutto le migliaia di piccoli comuni, era stata contestata dai Presidenti di Regione e anche da una parte della maggioranza fin da subito ma il Governo ha deciso di andare avanti e firmare il DPCM di Natale. Ora però è in arrivo un dietro front.

Nella giornata di ieri da Palazzo Ghigi è uscita la notizia (lo stesso Ministro Di Maio in un tweet ha scritto che a Natale gli italiani potranno muoversi) della volontà di allentare la norma che riguarda proprio il divieto di spostamento tra comuni a Natale e Capodanno. La deroga potrebbe prevedere la possibilità di spostamenti tra Comuni della stessa Provincia o tra comuni limitrofi. Nelle prossime ore, al rientro dal Bruxelles del premier Conte, dovrebbe essere chiarito il punto.

La modifica normativa potrebbe essere inserita nella conversione in Decreto Legge delle norme annunciate nel DPCM. Sulla questione ha espresso forte contrarietà il Ministro alla Salute Speranza che ha detto "che così si rischia di vanificare tutti gli sforzi fatti per scongiurare la terza ondata" che gli esperti prevedono tra gennaio e febbraio.






Questo è un articolo pubblicato il 11-12-2020 alle 09:31 sul giornale del 12 dicembre 2020 - 184 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, roberto speranza, articolo, giuseppe conte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bFpX





logoEV